slode01.jpgslode02.jpgslode03.jpgslode04.jpg

I borghi fantasma - Africo Vecchio

Africo Vecchio
Città natale del monaco basiliano Beato Leone, fu fondata nel IX secolo a.C. dagli abitanti di Delia, colonia locrese situata forse alla foce della fiumara San Pasquale. Il nome pare derivi da afrikos, cioè "esposto al sole", oppure dal nome di un vento di libeccio. Il sito originario fu abbandonato in seguito alle alluvioni del 1951 e del 1953, che costrinsero la popolazione locale a lasciare la montagna per dare vita ad un nuovo insediamento sul mare, in prossimità di Bianco, dove sorge l'odierna Africo Nuovo. Nel paese vecchio, raggiungibile percorrendo la strada che collega Bova ai Campi di Bova, si trova la chiesetta di San Leo, piccolo edificio rettangolare di origine basiliana, riedificato nel XVII sec.

Joomla templates by a4joomla